Dal PC alla TV in pochi semplici… cavi

Le vacanze sono finite e ormai tutto quello che resta sono solo i bei ricordi e le foto, che però in quei 15 pollici del vostro pc sono anche piccoline… se le vuoi vedere più grandi e mostrarle ai tuoi amici ti spieghiamo noi come collegare facilmente il tuo computer alla TV. Così potrai vederle comodamente dal divano, in pieno relax, nell’attesa delle prossime ferie.

Ci sono due modi per collegare il pc al televisore, via cavo o wireless. Quest’ultima tecnica sembra essere più comoda in quanto non si deve spostare fisicamente il computer o attaccare e staccare cavi ma richiede chiaramente un collegamento Wi-Fi e una buona potenza del segnale per garantire continuità di connessione.

Il collegamento via cavo invece è quello più semplice e immediato perché non ci sono ritardi fra l’azione compiuta sul PC e la sua visualizzazione sul televisore e non è necessario avere una SmartTV di ultima generazione.

CHE CAVO DEVO ACQUISTARE?

Il primo passo da fare prima di andare a comprare un cavo di collegamento o ordinarlo sul web è guardare nel case del computer (dietro per i fissi e sui lati per i notebook) e nel televisore quali sono le porte disponibili.

I tipi di cavi più diffusi sono quelli in foto:

  1. S-Video:un piccolo spinotto rotondo supportato dalla maggior parte dei PC (anche quelli più datati). Non gestisce il flusso audio, quindi va associato ad un cavo aggiuntivo da collegare all’uscita audio del PC e alle entrate audio della TV.
  1. DVI:un altro formato di cavo molto comune per il collegamento di PC e monitor, trasporta solo il flusso video con risoluzioni abbastanza alte.
  1. RCA: forse il collegamento più comune fino a qualche anno fa. Chi non conosce i famosissimi jack (giallo, bianco e rosso)?
  1. HDMI: rappresenta il miglior modo per collegare il PC al TV. È supportato da tantissimi PC e notebook e da tutti i televisori prodotti negli ultimi anni. Lo spinotto ha una forma schiacciata facilmente riconoscibile. Consente di trasmettere flussi video in Full HD e flussi audio senza ricorrere ad altri cavi. Il costo di questi cavi si aggira intorno ai 10 euro. Attenzione, alcuni device, come ad esempio i tablet convertibili, spesso dispongono di porte HDMI più piccole del normale. Si tratta di Mini-HDMI (connettore tipo C) o Micro-HDMI (connettore tipo D) che possono essere utilizzate con cavi HDMI standard semplicemente acquistando appositi adattatori.
  1. VGA: è lo stesso che si usa comunemente per collegare il PC al monitor. È supportato da tutti i PC e dalla maggior parte dei televisori più recenti. Come l’S-Video, non supporta i flussi audio e va quindi associato a un altro cavo.

COSA FACCIO QUANDO HO IL CAVO?

Mettiamo il caso che vogliate collegare il PC alla TV tramite cavo HDMI.

– Collegare i due capi del cavo alle relative prese su computer e televisore, controllando il numero della porta nel televisore;

-Con il telecomando sintonizzare la TV sul canale HDMI e attendere qualche secondo affinché il desktop di Windows compaia sul televisore.

Nel caso in cui ciò non dovesse accadere:

-Fare un click destro in un punto qualsiasi del desktop di Windows e selezionare la voce Risoluzione dello schermo/impostazioni schermo presente nel menu che compare;

-Nella finestra che si apre, cliccare quindi sul pulsante Rileva e selezionare la voce Estendi il desktop a questo schermo dal menu a tendina Più schermi.

-Per finire, cliccare su Applica/OK.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Apri la chat
1
Contattaci su Whatsapp💬
Ciao!👋
Come possiamo aiutarti?