Windows 7 fine del supporto

Sono passati 10 anni dal rilascio ufficiale di uno dei sistemi operativi più stabili di Microsoft ed è arrivato il momento di mandarlo in pensione. Già da aprile gli utenti che utilizzano ancora 7 sono stati informati mezzo pop up, che il supporto cesserà con l’anno nuovo e di pensare alla migrazione a sistemi più aggiornati.

Cominciamo tranquillizzando gli utilizzatori di 7 ricordando che il sistema operativo continuerà a funzionare anche dopo la fine del supporto quindi non preoccupatevi, i vostri computer non si autodistruggeranno con l’anno nuovo, quello che verrà a mancare è il supporto di Microsoft al sistema operativo, quindi niente più aggiornamenti automatici e di sicurezza. Vi troverete quindi con un computer funzionante ma non aggiornato e questo non è di sicuro una buona notizia ma ci si può convivere.

Se per i clienti privati il mantenimento di sistemi non aggiornati, anche se altamente sconsigliato, è comunque gestibile basta ricordarsi di avere un buon antivirus sempre aggiornato, per il reparto lavorativo le cose cambiano. Un sistema non più aggiornato e aggiornabile non è in linea con le direttive GDPR e questo vi espone, oltre che agli attacchi informatici, a sanzioni importanti per la vostra azienda.

Altro punto da non sottovalutare è quello della compatibilità, dal momento in cui Microsoft non garantirà gli aggiornamenti del sistema operativo i produttori di hardware e software cominceranno a dismettere la compatibilità per le nuove periferiche e per i nuovi programmi messi in commercio.

Cosa fare? La risposta è semplice, procedere con l’upgrade a Windows 10. Se il vostro computer non è troppo vecchio Windows 10 funzionerà anche su computer un po' datate, se invece avete già pensato di cambiare il vostro device ora avete la scusa giusta per farlo!!!

Per qualsiasi approfondimento il nostro staff è a disposizione per aiutarvi a fare la scelta migliore per le vostre esigenze!

I commenti sono chiusi